0121 39.78.78

Prenota una visita

Chirurgia

Le patologie che interessano i denti e le ossa mascellari talvolta richiedono procedure chirurgiche. La chirurgia si occupa delle estrazioni dentarie complesse e di denti inclusi, della correzione chirurgica di lesioni non risolvibili con la terapia endodontica, alla rimozione di cisti mascellari, alle disinclusioni chirurgico-ortodontiche, alla rimozione di neoformazioni dei processi alveolari, rimozione di frenuli, ricostruzione di maschellari atrofici, chirurgia pre-protesica, tumori benigni del cavo orale.

  • La chirurgia resettiva rimodella i tessuti intorno al dente
  • La chirurgia rigenerativa si occupa di indurre e rigenerare la crescita di nuovo tessuto osseo

In chirurgia, la tecnologia aumenta i livelli di sicurezza e di qualità dalla diagnosi all’esecuzione degli interventi. Il nostro Centro fa uso di Tac Cone Beam, Laser, radiografia Panoramica eseguibili in loco. Per quanto riguarda l’implantologia il Centro Odontoiatrico S. Michele utilizza un software per la pianificazione e la progettazione del posizionamento degli impianti.

Chirurgia Laser-assistita

La Chirurgia laser assistita permette di ottenere vantaggi in termini di tempistiche perché riduce la durata dei trattamenti, i quali sono privi di dolore e di sanguinamento. Il laser viene usato in interventi di piccola chirurgia e in parodontologia per la decontaminazione delle tasche parodontali.

Implantologia

Per approfondimenti clicca qui

L’implantologia si occupa della sostituzione dei denti mancanti mediante l’utilizzo di impianti, impiegati per sostituire singoli denti oppure come pilastri per la realizzazione di ponti fissi. L’utilizzo degli impianti endossei permette di salvaguardare l’integrità dei denti naturali che verrebbero interessati nel caso della realizzazione di ponti protesici tradizionali.

Utilizzati anche per l’ancoraggio di protesi mobili rendendole più stabili con un migliore risultato funzionale ed estetico, evitando ganci senza l’interessamento dei denti adiacenti.

La condizione fondamentale per poter impiegare gli impianti è data dalla disponibilità di un adeguato volume osseo. Nelle situazioni in cui vi è una ridotta quantità di osso, è possibile provvedere al suo incremento mediante l’impiego di tecniche rigenerative.

In alcuni casi è possibile posizionare un impianto immediatamente dopo l'estrazione del dente e consegnare in giornata una corona provvisoria immediata, indicata per i denti frontali a maggiore valenza estetica. In alternativa si deve attendere un periodo di alcuni mesi, in cui avviene il processo di osteointegrazione ovvero la “solidarizzazione” con il tessuto osseo circostante. Dopo il periodo di guarigione si procede alla realizzazione della protesi.

Negli ultimi anni, un grande progresso si è avuto con la chirurgia guidata che permette di operare senza apertura di lembo e quindi senza ferite chirurgiche; tale metodica riduce il gonfiore e il disagio post-operatorio con notevoli vantaggi per il paziente.

La chirurgia guidata, come in altre branche della medicina, si avvale dell'utilizzo di metodiche computerizzate, con l'uso di dime chirurgiche previa esecuzione della TAC, anche quest’ultima eseguibile presso il nostro Centro.

La percentuale di successo è molto alta, dipende da fattori importanti: sane abitudini, igiene quotidiana adeguata, sedute periodiche di igiene dentale, controlli semestrali.

PERIMPLANTITE

Si tratta di un’infezione dell’osso attorno agli impianti. Se si trascura una gengiva infiammata, l’infiammazione si estende all’osso il quale potrebbe ritirarsi e condizionare la stabilità dell’impianto fino a causarne la perdita. Fumo, cattiva igiene orale e fattori genetici possono essere cause di questa problematica; per questo motivo insistiamo molto sull’educazione all’igiene dentale e sul sottoporsi a sedute di detartrasi periodiche e visite di controllo.