Venerdì, 19 Gennaio 2018 17:54

Rintracciabilità dei Lotti di Sterilizzazione



 BusteLotti.jpg

Investiamo molte risorse e dedichiamo la massima attenzione per garantirTi di ricevere le migliori cure con il minore rischio possibile ; a riguardo, abbiamo scelto di farci certificare dal Sistema di Conformità UNI EN ISO 9001:2015.

Per evitare INFEZIONI CROCIATE (ovvero la trasmissione di malattie infettive tra un Paziente e l’altro), l’area di lavoro e le apparecchiature vengono pulite e disinfettate, Il materiale contaminato viene smaltito secondo i protocolli previsti dalle leggi vigenti. Tutti i materiali monouso e le pellicole protettive, dopo ogni intervento odontoiatrico, vengono sostituiti (aghi e strumenti taglienti vengono stoccati negli appositi contenitori di sicurezza).

Gli strumenti da sterilizzare seguono un protocollo atto a ripristinare la sterilità rendendone possibile un successivo impiego.
Tale processo prevede una serie di passaggi che le assistenti, Daniela e Cinzia, applicano con scrupolosità:
- raccolta degli strumenti dopo l’utilizzo;
- inserimento degli strumenti nell’apposita vasca MultiSteril che procederà automaticamente alle seguenti fasi:
-1. disinfezione
-2. primo sciacquo
-3. detersione in ultrasuoni
-4. secondo sciacquo
-5. asciugatura

Tutte le fasi di disinfezione, detersione, sciacquo ed asciugatura avvengono automaticamente senza nessuna implicanza umana, questo permette di ottemperare correttamente ai protocolli ed evitare negligenze o errori operativi. Inoltre, si annullano i rischi di contaminazione non essendoci manipolazioni e travasi di strumenti e materiali e si riducono notevolmente i rischi di infortunio sul lavoro.



 AutoclaveClB.jpg


A questo punto si passa alla fase di confezionamento e chiusura degli strumenti all’interno di buste idonee a mantenere la sterilità.

Il passaggio finale è quello della sterilizzazione in Autoclave Classe B a vuoto frazionato collegata con una stampante che permette di documentare tutte le fasi della procedura di sterilizzazione.
(foto 2)



Ogni ciclo di sterilizzazione viene codificato e registrato; ciascuna busta di strumenti possiede una propria etichetta che consente di organizzare tutte le informazioni in modo preciso, tutti gli elementi del processo ed il loro esito e assicura una reperibilità certa dei lotti sterilizzati.



 DiarioClinicoLotti.jpg


Le informazioni del processo di sterilizzazione vengono documentate ad ogni prestazione.

Daniela e Cinzia, con l’aiuto delle segretarie Francesca e Martina, compilano specifici documenti di registro digitale sul programma gestionale. Il sistema permette, in qualsiasi momento, di avere:
- rintracciabilità del carico sterilizzato;
- rintracciabilità del singolo strumento e il nominativo del Paziente sul quale è stato utilizzato;
- gestione degli strumenti sterili e il loro periodo di mantenimento di sterilità.
(foto 3)


Dopo la raccolta dell’attrezzatura, la sala è pronta per essere detersa e disinfettata, in seguito ad un’approfondita pulizia, viene nuovamente rivestita con le pellicole protettive e preparata per il Paziente successivo.

Tutti i processi di sterilizzazione vengono monitorati sistematicamente attraverso sistemi di controllo che rispondono a principi fisici, chimici e biologici e che si avvalgono di indicatori specifici.

Se gradisci avere maggiori informazioni, telefona al nº 0121 397878 per fissare un appuntamento.

Ti aspettiamo sulla nostra Pagina Facebook

Letto 622 volte